Naviga

Comunicati stampa

Granchio blu. Lollobrigida: firmato il decreto, sbloccati 2,9 milioni di euro di ristori

(23.10.2023)

 

"Dopo il via libera dell'Europa, pronto il provvedimento per le aziende. In arrivo un ulteriore stanziamento da dieci milioni"
"Continua il nostro lavoro in sostegno delle aziende che sono intervenute per contenere le fluttuazioni di abbondanza del granchio blu registrate questa estate in Italia. Dopo il via libera ottenuto dall'Europa, ho firmato il decreto da 2,9 milioni di euro che autorizza la spesa, a carico del Masaf, per le circa 3mila aziende che hanno provveduto alla cattura e allo smaltimento della specie". Lo annuncia il ministro dell'Agricoltura, della Sovranit alimentare e delle Foreste, Francesco Lollobrigida.
Nel dm di attuazione dell'articolo 10 del decreto-legge del 10 agosto 2023, non stata prevista una specifica indicazione delle aree geografiche interessate. "Le imprese di tutto il territorio nazionale potranno richiedere il rimborso delle spese sostenute per l'acquisto di attrezzi da pesca e di trasporto, rispettivamente nella misura dell'80 e del 100% dei costi che vanno dal 1 agosto al 31 ottobre 2023", spiega il ministro.
Non sono stati previsti importi forfettari e non riscontrati da fatture in quanto, si legge nel testo firmato da Lollobrigida, si sarebbe creato una forma di indennizzo e non di rimborso spese. Le aziende potranno presentare un'unica domanda attraverso una piattaforma online dedicata, gi utilizzata per la gestione dei contributi Covid. Infine, sar data priorit alle richieste presentate dai Consorzi e in caso di risorse ancora disponibili, saranno assegnate proporzionalmente alle domande presentate dalle singole imprese della pesca e dell'acquacoltura.
"Allo stesso tempo - aggiunge Lollobrigida - abbiamo previsto un ulteriore intervento da dieci milioni di euro per sostenere la ripresa del settore della pesca e dell'acquacoltura per la semina, il ripopolamento e l'acquisto di strutture fisse per proteggere gli allevamenti di vongole e novellame di sogliola e cozze. Un provvedimento che abbiamo inviato in Conferenza Stato-Regioni".
"Auspico che la discussione sia celere per dare risposte al comparto che il Governo Meloni determinato a sostenere, lavorando sempre in stretta collaborazione con le associazioni e le imprese", conclude il ministro Lollobrigida.

torna all'inizio del contenuto