Naviga

Comunicati stampa

Lollobrigida: mai agricoltore contro agricoltore. Fare squadra

(31.01.2024)

 

Il ministro dell'Agricoltura, della Sovranit alimentare e delle Foreste Francesco Lollobrigida ha incontrato, questa mattina, una delegazione di agricoltori a Fieragricola a Verona, che gli hanno consegnato le istanze, per le quali da giorni stanno protestando in Italia.   Il ministro ha ribadito: "mai agricoltori contro altri agricoltori".

Ha sottolineato poi che "tutti dovrebbero decidere su quale battaglie posizionarsi, cercando per un sistema che stato umiliato negli ultimi trent'anni, di invertire la rotta". Ha poi evidenziato che il dissenso registrato non nei confronti del Governo e ha aggiunto come l'esecutivo "sia sempre stato al fianco degli agricoltori".  

"Incontrer fino all'ultimo degli agricoltori italiani, perch tutti hanno la possibilit di darti un suggerimento.  Un consiglio che, se sai cogliere, pu diventare proposta politica", ha spiegato il ministro durante il suo intervento all'inaugurazione di Fieragricola.  

"Tutte le fiere non sono solo una vetrina ma rappresentano una concentrazione di imprenditori e agricoltori del settore che hanno la possibilit di raccontare le loro esperienze, spiegare i loro bisogni e dare indicazioni all'azione politica", ha sottolineato il ministro Lollobrigida.  

"Il Governo deve tenere il timone, capire la direzione e dare la rotta. La nostra priorit rilanciare l'agricoltura. Anche questa fiera non avrebbe senso senza di agricoltori. La centralit della nostra economia e della nostra cultura stata marginalizzata, in questi anni, da politiche europee sbagliate e da politiche nazionali che si sono appiattite su quelle europee", aggiunge.  

"Invece, nell'ambito dell'Europa, dobbiamo convincere, come stiamo facendo anche con le altre nazioni, che diminuire la produzione interna per approvvigionarsi da Paesi terzi che non rispettano le nostre regole non aiuta l'ambiente e la nostra economia", ha sottolineato.  

"Vanno ripensate alcune politiche, anche ammettendo eventuali errori di valutazione. Questo quanto fatto dall'Italia in Europa da mesi. Stiamo ottenendo anche qualche risultato positivo, risvegliando un'attenzione per la produzione che non in contrasto con la sostenibilit ambientale. L'agricoltore, infatti, il primo ambientalista perch trae il suo reddito ed proprietario di quella terra che lavora", ha spiegato Lollobrigida.  

"Siamo tutti d'accordo che la sostenibilit ambientale vada ricercata nelle nuove tecnologie, nelle nuove macchine, che l'Italia produce meglio di altri, abbattendo il consumo di acqua e il consumo degli agrofarmaci. Ma non si pu dire 'cancella le medicine' se non hai trovato cure alternative per mantenere inalterata la produzione. una scelta ideologica, non una scelta che porta alla tutela del sistema, e porta alla desertificazione di interi territori. Dobbiamo pensare a un nuovo modello: ricominciare a sviluppare un'azione di sostegno ora, per mettere in condizione l'agricoltore di essere libero, non agganciato a sussidi, libero di creare ricchezza e lavoro. Questo gli agricoltori chiedono", ha concluso.

torna all'inizio del contenuto