Naviga




Introduzione difesa delle piante (continua)

Il Servizio Centrale ha la gestione della disciplina nazionale e dell'Unione europea in materia di sementi e dei materiali di moltiplicazione delle piante ornamentali, delle piante da frutto, della vite e delle piante ortive, regolazione delle sementi e dei materiali di moltiplicazione, tenuta dei registri nazionali delle varietà e aggiornamento dei corrispondenti cataloghi dell'Unione europea; accertamento dei requisiti tecnici in materia di privative per nuove varietà vegetali; gestione degli adempimenti relativi alla commissione brevetti.
Il Ministero si avvale della consulenza del Gruppo di Lavoro Permanente per la protezione delle piante in considerazione della vastità dei settori e della loro specificità.

Fattori che influenzano la produzione agricola: Servizio fitosanitario nazionale, privative per novità vegetali, sementi, OGM, fertilizzanti, materiali di moltipicazione, fitofarmaci

In Italia, con decreto del Ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali del 2 agosto 2012, con cui sono stati definiti gli uffici di livello non generale, le competenze in merito alla gestione dei vari settori che influenzano direttamente le produzioni vegetali, sono state riunificate, identificando l'ufficio DISR V - Produzioni vegetali, quale responsabile per il coordinamento e la gestione della disciplina nazionale e comunitaria in materia sementiera e dei materiali di moltiplicazione, la tenuta dei Registri nazionali delle varietà, l'accertamento dei requisiti tecnici in materia di privative per nuove varietà vegetali, la gestione del Servizio fitosanitario centrale, gli adempimenti connessi al settore dei fitofarmaci e dei fertilizzanti, nonché il coordinamento in materia di impiego di biotecnologie innovative nel settore agricolo.
Come illustrato nello schema che segue, le interconnessioni tra i vari settori sono molteplici e ognuno dei settori ha una forte componente tecnica. Le questioni fitosanitarie sia in termini di insorgenza di nuovi organismi nocivi che di gestione delle produzioni e dei territori, nonché di eliminazione delle barriere fitosanitarie imposte dai Paesi terzi, sono fortemente influenzate dai prodotti e dalle conoscenze sviluppate negli altri settori. In particolare, il Servizio Fitosanitario Nazionale gioca un ruolo centrale intervenendo in ogni settore sia sotto il profilo della sorveglianza dei cicli produttivi e delle importazioni, sia fornendo indirizzi sui mezzi di produzione più idonei, nonché contribuendo ai sistemi di registrazione e di certificazione dei materiali di moltiplicazione e delle sementi.

torna all'inizio del contenuto