Naviga

Comunicati stampa

foto ministero

Presentata campagna 'Buoni e giusti'
Martina: strumenti innovativi e collaborazioni pi strette contro caporalato e lavoro nero
(17/03/2016)

Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che stata presentata oggi la campagna "Buoni e giusti" di Coop Italia. All'incontro, che si tenuto presso il Mipaaf, ha preso parte il Ministro Maurizio Martina, il Presidente di Coop Italia, Marco Pedroni e il Presidente di Ancc-Coop Stefano Bassi. 

L'obiettivo della campagna combattere lo sfruttamento e l'illegalit all'interno delle filiere dell'agroalimentare.

"Stiamo combattendo il caporalato e il lavoro nero con strumenti innovativi e attraverso una collaborazione di squadra tra istituzioni, imprese e associazioni ancora pi stretta di quanto sia stato fatto fino ad ora. La campagna presentata oggi - ha commentato il Ministro - apre una strada importante ed significativo il fatto che Coop abbia invitato le 7200 aziende agricole fornitrici a chiedere l'iscrizione alla Rete del lavoro agricolo di qualit. uno strumento che abbiamo messo in atto gi con la legge Campolibero in accordo con le organizzazioni sindacali e che vogliamo ulteriormente rafforzare. Siamo pronti a rendere questo sistema sempre meno burocratico perch importante che i produttori vivano questa adesione come un fatto partecipativo, distintivo ed etico. Stiamo collaborando con le associazioni per coinvolgere tutte le aziende agricole che rispettano le regole, che fanno della legalit una pratica quotidiana".

"Vogliamo rendere stabili gli strumenti di contrasto alla piaga dello sfruttamento dei lavoratori e rendere la legalit e i valori etici fattori competitivi del sistema agroalimentare italiano sui quali costruire rapporti nuovi anche con i consumatori. Cruciale per questo lavoro la proposta di legge contro il caporalato in agricoltura, ora all'esame del Senato. Con queste misure puntiamo a rafforzare - ha proseguito Martina - le norme penali e aumentiamo la ramificazione territoriale della Rete. Inoltre il Ministro Poletti ha gi avviato il lavoro per un piano di interventi e di accoglienza per i lavoratori immigrati. stata individuata una lista dei territori a maggiore rischio che necessitano di un intervento urgente. Su questo si provveder a una collaborazione stretta tra Governo, istituzioni locali e terzo settore. Dobbiamo lavorare insieme per superare il fenomeno scandaloso dei ghetti che sono ancora presenti in alcuni territori".

Ufficio stampa 

 
torna all'inizio del contenuto