Naviga

FAO - Organizzazione delle Nazioni Unite per l'agricoltura e l'alimentazione

immagine

Realizzare la sicurezza alimentare per tutti rappresenta il cuore degli sforzi dell'Agenzia delle Nazioni Unite per l'Agricoltura e l'Alimentazione, per far si che tutti abbiano accesso costante ad una adeguata e sufficiente quantità di cibo, di alta qualità, per condurre un'esistenza attiva e sana.

I tre maggiori obiettivi dell'organizzazione sono:

> l'eliminazione della fame, dell'insicurezza alimentare e della malnutrizione

> l'eliminazione della povertà, garantendo progresso sociale ed economico per tutti

> la gestione e l'utilizzazione sostenibile delle risorse naturali: la terra, l'acqua, l'aria, il clima e le risorse genetiche a beneficio delle generazioni attuali e future

Nel 2014, durante la seconda Conferenza Internazionale sulla Nutrizione (ICN2), i paesi membri della FAO, parlamentari, esponenti della società civile e del settore privato hanno ratificato la "Dichiarazione di Roma sulla nutrizione" e il suo relativo piano di azione.
La "Dichiarazione di Roma" sancisce e salvaguarda il diritto di ogni essere umano all'accesso sicuro, costante e sufficiente a cibo nutriente e di qualità, impegnando i governi a prevenire la malnutrizione, in tutte le sue forme. Il piano di azione della "Dichiarazione di Roma" riconosce ai governi il ruolo primario e la responsabilità di affrontare i problemi e le sfide relativi alla nutrizione.

 

News - Eventi

 

Calendario eventi 2017

Global Symposium on Soil Organic Carbon
Rome, Italy    21-March-2017 / 23-March-2017
Commission on Phytosanitary Measures (CPM)12th Session
Incheon City, Republic of Korea    05-April-2017 / 11-April-2017
FAO Council156th Session
Rome, Italy    24-April-2017 / 28-April-2017
Global Soil Partnership - Plenary Assembly5th session
Rome, Italy    20-June-2017 / 22-June-2017
FAO Conference40th Session
Rome, Italy    03-July-2017 / 08-July-2017
FAO Council157th Session
Rome, Italy    10-July-2017 / 10-July-2017
Codex Alimentarius Commission40th Session
Geneva, Switzerland    17-July-2017 / 22-July-2017
Investment Strategies for Agroecology with a Focus on Indigenous Peoples
Rome, Italy    23-July-2017 / 24-July-2017
European Commission on Agriculture (ECA)40th Session
Budapest, Hungary    19-September-2017 / 20-September-2017
Committee on World Food Security (CFS)44th Session
Rome, Italy    09-October-2017 / 13-October-2017
World Food Day
Rome, Italy  16 ottobre 2017 
Expert Meeting on Territorial Approach For Rural Poverty and Hunger Eradication3rd Session
Rome, Italy    16-October-2017 / 20-October-2017
FAO Council158th Session
Rome, Italy    04-December-2017 / 08-December-2017

 
 

Il Comitato per la sicurezza alimentare presso la FAO (CFS) ha aperto un bando per la selezione di buone pratiche, politiche ed esperienze, relative alla sicurezza alimentare e alla nutrizione nel contesto delle trasformazioni urbano-rurali.  Il bando è stato promosso tramite il Forum mondiale sulla sicurezza alimentare e nutrizione (FSN Forum), al quale è possibile registrarsi per l'invio delle buone pratiche. Il Comitato per la sicurezza alimentare mondiale è la più importante piattaforma internazionale e intergovernativa per i soggetti interessati a lavorare insieme per garantire la sicurezza alimentare e la nutrizione per tutti. L'invio delle buone pratiche (da farsi tramite apposito template) sarà possibile entro il 15 marzo. Le aree tematiche di interesse sono (in sintesi) le seguenti: governance, sostenibilità, sistemi agro-alimentari, equità sociale e economica. I criteri di selezione (in sintesi) saranno: grado di collegamento urbano-rurale, impatto su sicurezza alimentare e nutrizione, avversità affrontate, equità, innovazione. Le buone pratiche che saranno selezionate saranno pubblicate in un documento che sarà presentato per approvazione nella riunione plenaria del Comitato per la sicurezza alimentare della FAO a ottobre 2017.

Per maggiori informazioni sulle aree tematiche, sui criteri di selezione, su come registrarsi al FSN forum, per scaricare il template e per avere i recapiti a cui inviare le buone pratiche:
http://www.fao.org/fsnforum/activities/discussions/call-urbanization-rural-transformation

 

2016

 

ROMA 4 luglio 2016 - presentazione delle Prospettive agricole dell'OCSE e della FAO 2016-2025

Il 4 luglio 2016, presso la sede della FAO a Roma, Il Segretario Generale dell'OCSE General Angel Gurría ed il Direttore Generale della Fao José Graziano da Silva, hanno presentato alla stampa la pubblicazione annuale "Prospettive agricole dell'OCSE e della FAO 2016-2025",frutto della collaborazione tra le due Organizzazioni internazionali.
La pubblicazione contiene le stime di produzione, della domanda, degli scambi dei principali prodotti agricoli di base coprendo 41 paesi e 12 regioni.
Quest'anno un capitolo speciale è dedicato all'approfondimento delle difficoltà del settore agricolo nell'Africa Sub Sahariana.
Il rapporto, nonché gli approfondimenti, sono disponibili sul sito http://www.oecd.org/publications/oecd-fao-agricultural-outlook-19991142.htm
Il rapporto fornisce le stime sull'offerta e sulla domanda, sugli scambi ed i prezzi dei principali prodotti agricoli di 41 Paesi e 12 regioni geografiche ed evidenzia in particolare che i prezzi delle principali colture, del bestiame e dei prodotti ittici sono diminuiti nel 2015. Tra i principali fattori che hanno determinato la diminuzione dei prezzi segnaliamo un periodo di diversi anni in cui l'offerta è aumentata, il rallentamento generale dell'economia, la diminuzione dei prezzi del petrolio ed un nuovo accumulo di scorte già abbondanti.
Per il prossimo decennio si prevede un rallentamento della crescita della domanda di prodotti alimentari, in linea con il rallentamento della crescita della popolazione mondiale ed una crescita più debole dei redditi nelle economie emergenti. Si stima tuttavia in crescita la domanda di carne, di pesce e di prodotti lattiero caseari con conseguente ulteriore richiesta di mangimi, in particolare di foraggi derivati da cereali secondari e farine proteiche.
La domanda di prodotti agricoli destinati ai biocombustibili dovrebbe stagnare a causa della diminuzione dei prezzi dell'energia e di più moderate politiche in materia di biocombustibili.

 

DOCUMENTI

 
immagine
 
torna all'inizio del contenuto