Naviga

immagine

Mipaaf: a Expo convegno su tutela del reddito agricolo e gestione del rischio
Martina: "Fino al 2020 investiamo 1,6 miliardi per sviluppare strumenti assicurativi"
(26/06/2015)

Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali comunica che oggi ad Expo si svolto un convegno organizzato con Ismea dal titolo: "Tutela del reddito agricolo e gestione del rischio: la strategia nazionale". Un'occasione di confronto tra Istituzioni, organizzazioni agricole, organismi di difesa e compagnie assicuratrici.

"La tutela del reddito una priorit assoluta,- ha dichiarato il Ministro Maurizio Martina che ha preso parte all'evento - per questo abbiamo deciso di investire fino al 2020 oltre 1,6 miliardi di euro per sviluppare gli strumenti assicurativi e migliorare nella gestione dei rischi. Il nostro obiettivo aumentare le aziende agricole assicurate e diffondere meglio questa protezione sul territorio nazionale, lavorando anche al Sud per fare conoscere meglio le opportunit di salvaguardia. Dalla prossima settimana partiamo con un confronto con parti sociali e regioni sul fondo di mutualit. In Europa - ha concluso Martina - ribadiremo la necessit di avere pi strumenti per contrastare le crisi, perch l'embargo russo ci dimostra che l'Ue non adeguatamente attrezzata per rispondere alle esigenze delle imprese".

"L'Italia tra i Paesi europei che hanno la pi solida tradizione nel sostegno pubblico alla gestione del rischio - ha sottolineato il Presidente Ismea Ezio Castiglione- . Oggi, grazie agli incentivi dello Stato, sono circa 85 mila le imprese che sottoscrivono annualmente una polizza assicurativa, con un'incidenza complessiva sulla produzione agricola nazionale del 15 per cento (23% per le colture arboree) e un valore assicurato che nel 2014 ha sfiorato gli 8 miliardi di euro. Tuttavia - ha precisato Castiglione - a fronte di tanti punti di forza, l'attuale sistema di risk management non esente da alcune importanti da criticit, prima fra tutte l'elevata concentrazione territoriale dell'intervento (circoscritto per lo pi al Nord), settoriale (limitato ai settori vitivinicolo e delle colture arboree) e dimensionale (netta prevalenza di imprese pi grandi)".

"La novit pi grande - ha dichiarato Raffaele Borriello Direttore Generale di Ismea - costituita appunto dalla misura dell'IST (Income Stabilization Tool), volta a supportare, attraverso la formula dei fondi di mutualizzazione, la gestione del rischio di reddito da parte delle imprese agricole. Obiettivo dello strumento fornire appunto agli agricoltori una protezione dalle perdite di reddito. Una copertura pi ampia di quelle tradizionali che tiene quindi in conto tutti i fenomeni che possono impattare sui fatturati dell'azienda, compresi i rischi connessi agli andamenti del mercato. L'IST - ha proseguito Borriello - rappresenta un innovazione sostanziale nell'offerta europea di politiche a sostegno della stabilit dei redditi agricoli, di rilevanza strategica nell'attuale scenario caratterizzato da una maggiore e pi frequente esposizione dell'agricoltura a stati di crisi."
Ufficio Stampa

 
 
torna all'inizio del contenuto