Esplora contenuti correlati




Sistema di gestione e controllo

L'attuazione del FEAMP è assicurata mediante un unico Programma Operativo Nazionale di cui la Direzione Generale della Pesca Marittima e dell'Acquacoltura del Ministero è Autorità di Gestione individuata a livello nazionale con DM n. 1622 del 13 febbraio 2014.

L'Autorità di Gestioneha la primaria responsabilitàdella buona esecuzione delle azioni previste dal Programmae del raggiungimento dei relativi risultati,attraverso la messa in opera di tutte le misure necessarie,anchedicarattereorganizzativo e procedurale, idonee ad assicurare il corretto utilizzo delle risorse finanziarie e il puntuale rispetto
della normativa comunitariae nazionale applicabile.

L'Autorità di Gestione svolge le funzioni ad essa assegnate dall'art. 125 del Regolamento(UE) n.1303 del 17 dicembre 2013 e dall'art. 97 del Regolamento (UE) n. 508 del 15 maggio 2014 ed è responsabile dell'efficacia e della regolarità dell'attuazione del programma nel suo insieme ed, in tal senso, indica, le procedure comuni cui tutti i soggetti devono attenersi, al fine di armonizzare l'attuazione del FEAMP.

Per ciò che riguarda il programma dei controlli, l'Autorità di Gestione coincide con l'Autorità competente ai sensi dell'articolo 5, sezione 5, del Regolamento (CE) n.
1224/2009 e coordina le relative attività di controllo. Ai fini dell'espletamento delle funzioni di cui all'articolo 5 del Regolamento (CE) n. 1224/2009, il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali - Direzione Generale della pesca marittima e dell'acquacoltura si avvale ai sensi dell'art. 22 del d.lgs. n. 4 del 9 gennaio 2012 del Corpo delle capitanerie di porto, quale Centro di controllo nazionale della pesca.

In particolare, l'Autorità di gestione:
■ Elabora e adotta formalmente un Manuale delle procedure e dei controlli per l'individuazione e la definizione di procedure di attuazione nell'ambito del Sistema Integrato di Gestione e Controllo destinato al personale dell'Autorità di Gestione.
■ Individua un servizio di controllo interno per l'attuazione di procedure di quality review rispetto alle attività espletate dal personale chiamato a dare attuazione al  Programma FEAMP. Tale attività è finalizzata ad assicurare la corretta esecuzione delle procedure di audit attraverso la metodologia di reperforming audit.
■ Elabora e adotta specifiche Piste di controllo per ciascuna misura e, se del caso, per ciascuna tipologia di attivazione, conformemente alle disposizioni comunitarie
in materia.
■ Elabora e adotta un Manuale per il monitoraggio delle funzioni delegate che contiene la descrizione dell'ambito d'intervento, dei processi e delle modalità operative
attraverso i quali vengono svolte le attività di monitoraggio delle funzioni affidate agli OI e di presidio della delega conferita. In tal senso individua in seno al proprio organigramma le unità dedicate all'espletamento di tale attività.
■ Si dota di un sistema informativo in grado di supportare le diverse attività, assicurando tempestività, certezza e tracciabilità di tutti gli atti e leoperazioni attivate direttamente dall'Adg e dagli Organismi Intermedi nel rispetto delle disposizioni comunitarie e nazionali in materia. Il sistema informativo FEAMP è implementato, sul portale SIPA, a partire dall'attuale sistema utilizzato per il Programma FEP 2007/2013, tenuto conto delle esigenze e necessità del PO FEAMP nonché dell'esigenza di colloquio con il sistema comunitario (SFC 2014) e nazionale (Monitweb).

L'Autorità di Certificazionedel PO FEAMP per il periodo 2014/2020, individuata con DM del 16 dicembre 2014 nell'Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura (AGEA) - Organismo Pagatore Nazionale, è chiamata a svolgere le funzioni indicate dall'art. 126 delRegolamento(UE) n.1303 del17dicembre2013.

In particolare, l'Autorità di Certificazione ha la primaria responsabilità di redigere e presentare alla Commissione europea:
■ le dichiarazioni periodiche di spesa che devono provenire da sistemi contabili affidabili, essere corredate di documenti giustificativi verificabilie conformi alle norme comunitarie e nazionali e possedere i requisiti di accuratezza;
■ la dichiarazione dei conti annuali che deve essere corredata dalla dichiarazione e dal riepilogo annuale dell'Autorità di gestione, dal parere e dal rapporto di controllo dell'Autorità di Audit.

Per svolgere i predetti compiti, l'Autorità di certificazione deve essere adeguatamente strutturata, in termini di dotazione di risorse umane e strumentali.

L'Autorità di Certificazione si avvale di procedure adeguatamente formalizzate, mediante apposita manualistica, idonee ad assicurare la certificazione di spese ammissibili ai contributi del programma e sostenute per il perseguimento degli obiettivi specifici dallo stesso previsti.

Sulla base di quanto previsto dall'Art. 123(6) del Regolamento (UE) n. 1303 del 17 dicembre 2013, è possibile individuare uno o più Organismi Intermedi per lo svolgimento di determinati compiti dell'Autorità di gestione e/o dell'Autorità di certificazione sotto la responsabilità di dette Autorità.

I compiti, le funzioni e le responsabilità degli Organismi Intermedi, nonché i loro rapporti con l'Autorità di gestione o con l'Autorità di certificazione, sono disciplinati mediante formale stipula di convenzione tra le parti avente ad oggetto le modalità, i criteri e le responsabilità connessi all'attuazione della delega stessa.

L'Organismo Intermedio formalmente delegato allo svolgimento delle attività previste nella convenzione stipulata con l'AdG e/o con l'AdC, opera sulla base delle disposizioni contenute nella normativa comunitaria e nazionale nonché sulla base di quanto previsto dal Manuale delle procedure e dei controlli dell'Autorità delegante.

In tal senso, le funzioni delegate sono svolte secondo le modalità e tempistica indicate nel "Manuale delle procedure e dei controlli" dell'OI, redatto conformemente al
manuale dell'AdG/AdC anteriormente alla presentazione della prima dichiarazione di spesa.

L'Autorità di Audit del PO FEAMP per il periodo 2014/2020 è stata individuata con DM del 16 dicembre 2014 nell'Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura (AGEA) - Organismo di coordinamento - Ufficio Coordinamento dei controlli specifici.
L'Autorità di Auditha il compito di vigilare sull'efficace funzionamento del sistemi di gestione e controllo del Programma Operativo a partire dalla designazione espressa tramite la valutazione della conformità delle Autorità di Gestione e delle Autorità di Certificazione. A tal fine, sulla base dell'art. 124 del Regolamento (UE) n. 1303 del 17 dicembre 2013, l'Autorità di Audit redige una specifica relazione corredata dal relativo parere circa la loro conformità alla gestione del rischio e all'ambiente di controllo interno nonché all'adeguatezza agli standard per le attività di gestione, di controllo e sorveglianza.

Per poter assolvere a tale compito, l' Autorità di Audit risponde ai seguenti, fondamentali requisiti:
■ indipendenza strutturale e netta separazione di funzioni rispetto alle Autorità di Gestione ed all'Autorità di certificazione dei Programmi Operativi di riferimento;
■ adeguata dotazione di risorse umane e strumentali rispetto ai compiti da svolgere sulla base della normativa comunitaria e nazionale applicabile;
■ utilizzo di procedure e di sistemi di controllo formalizzati e coerenti con standard quali‐quantitativi predefiniti, basati sui principi di audit internazionalmente riconosciuti.

L'Autorità di Audit svolge inoltre tutte le funzioni ad essa assegnate dall'art. 127 del Regolamento (UE) n. 1303 del 17 dicembre 2013. 

torna all'inizio del contenuto