Naviga

Comunicati stampa

Foto Ministero

UE, Martina: bene supporto finanziario della Bei annunciato da Commissario Hogan e Banca europea investimenti, soprattutto in vista della fine delle quote latte
(24/03/2015)

"Mettere in campo la Banca europea degli investimenti per gestire la fine del regime delle quote latte un passo importante, necessario per dare risposte alle migliaia di allevatori che si troveranno a vivere dai prossimi giorni questo passaggio epocale. Accogliamo con favore questa l'iniziativa proposta dal Commissario Hogan alla quale si dovranno aggiungere altre azioni per il settore. Gi nel corso della Presidenza italiana del Consiglio dei ministri dell'Unione avevamo proposto di individuare percorsi per agevolare il credito alle aziende agricole, perch tempo di investire nel comparto per garantire futuro e tutelare il reddito delle imprese".

Cos il Ministro Maurizio Martina ha commentato l'iniziativa presentata dal Commissario europeo per l'agricoltura e lo sviluppo rurale Phil Hogan insieme alla Banca Europea degli investimenti. Si tratta di un modello sviluppato nel quadro del Memorandum of Understanding siglato nel luglio del 2014 sui temi di Agricoltura e Sviluppo Rurale, che prevede la possibilit di supporto finanziario (come fondo di garanzia, fondo rotativo o capitale per investimenti/capitale di rischio) con risorse che la BEI mette a disposizione per intervenire a livello dei Fondi strutturali di investimento, in particolare in sinergia con lo sviluppo rurale. Ci consentir di ottenere un effetto moltiplicatore in termini di crescita e di reddito, nonch facilitare l'accesso al credito per gli agricoltori. 

Nell'ambito del FEASR gli strumenti finanziari potrebbero coprire qualsiasi investimento, con priorit rappresentate da: infrastrutture, lotta al cambiamento climatico, piccole e medie imprese, innovazione. Il relativo programma di lavoro per 2015-2016 sar presentato ufficialmente il 24 giugno a Dublino comprensivo di alcuni strumenti finanziari ai quali ogni Paese potr accedere e presentare anche ulteriori proposte.

Ufficio Stampa

 
torna all'inizio del contenuto