Naviga

Comunicati stampa

Foto Campolibero

Convertito in legge il Dl Competitivit contenente il piano di azioni #Campolibero
(22/08/2014)

Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che stato convertito in legge n. 116 dell'11 agosto 2014 il DL Competitivit nel quale contenuto il piano di azioni 'Campolibero', proposto dal Ministro Maurizio Martina, con un intervento organico per il settore.

Molte misure a favore dei giovani, come i mutui a tasso zero, la detrazione al 19% per affitto dei terreni a under 35 e lo sgravio di 1/3 della retribuzione lorda per assunzioni pi stabili. Introdotte anche le deduzioni Irap, che possono arrivare fino a 10.500 euro per lavoro a giovani e donne nelle Regioni al Sud. Spazio anche alla semplificazione con la creazione del registro unico dei controlli, l'estensione dell'uso della diffida prima delle sanzioni amministrative e la dematerializzazione dei registri. Per le imprese, anche della pesca e dell'acquacoltura, tre crediti d'imposta: due al 40% per investimenti fino a 400mila euro per innovazione e per reti d'impresa e uno al 40% fino a 50mila euro per e-commerce.

Il Ministro Martina ha sottolineato che "Campolibero rappresenta una svolta per l'agricoltura, perch erano anni che non veniva approvato un pacchetto di azioni coordinato e cos consistente per il settore. stata fondamentale la collaborazione tra Governo e Parlamento, che si tradotta rapidamente in atti concreti a sostegno di un settore strategico. Abbiamo mandato - ha aggiunto Martina - un segnale politico positivo, dando vita a una buona pratica. Abbiamo tenuto uniti due concetti fondamentali: fare quello che serve all'agricoltura e farlo nel pi breve tempo possibile. Questa la conferma che l'agroalimentare tra i grandi temi e le priorit di questo Paese".

Queste le principali misure di "Campolibero":

GIOVANI
- Mutui a tasso zero;
- Detrazione per affitto dei terreni al 19% per giovani coltivatori diretti e imprenditori agricoli fino a 35 anni;
- Incentivi all'assunzione di giovani con contratto a tempo indeterminato o determinato di minimo 3 anni, con sgravio di 1/3 della retribuzione lorda;

LAVORO
- Deduzioni Irap per ogni lavoratore assunto con contratto a tempo determinato di almeno 3 anni e per almeno 150 giornate all'anno:
1) un importo pari a 3.750 euro, su base annua, per ogni lavoratore dipendente impiegato nel periodo di imposta, aumentato a 6.750 euro per i lavoratori di sesso femminile nonch per quelli di et inferiore ai 35 anni;
2) un importo fino a 7.500 euro, su base annua, per ogni lavoratore dipendente impiegato nel periodo d'imposta nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, aumentato a 10.500 euro per i lavoratori di sesso femminile nonch per quelli di et inferiore ai 35 anni; tale deduzione alternativa a quella di cui al numero 1), e pu essere fruita nel rispetto dei limiti derivanti dall'applicazione della regola de minimis di cui al regolamento (CE) n. 69/2001 della Commissione, del 12 gennaio 2001, e successive modificazioni;
3) il 50 per cento dei contributi assistenziali e previdenziali relativi ai lavoratori assunti con il contratto a tempo determinato avente le caratteristiche indicate sopra.
- Rete del lavoro agricolo di qualit contro il sommerso e per promuovere la regolarit delle imprese agricole, certificandone l'attivit;

SEMPLIFICAZIONI
- Registro unico dei controlli;
- Estensione della diffida prima delle sanzioni amministrative pecuniarie;
- Dematerializzazione dei registri;
- Semplificazioni nel settore vitivinicolo;

INNOVAZIONI D'IMPRESA
- Credito d'imposta per innovazione e sviluppo di prodotti e tecnologie al 40% degli investimenti fino a 400mila euro;
- Credito d'imposta per nuove reti d'impresa di produzione alimentare al 40% degli investimenti e fino a 400mila euro;
- Credito d'imposta per l'e-commerce di prodotti agroalimentari al 40% degli investimenti e fino a 50mila euro;
- Avvio del sistema di consulenza aziendale in agricoltura;

SICUREZZA
- Rafforzamento azioni nella Terra dei fuochi con possibilit di ampliare i controlli;

OGM
- Introduzione di sanzioni per chi coltiva Ogm in Italia e rafforzamento degli strumenti per assicurare l'effettivit del divieto sul territorio nazionale.


Ufficio Stampa

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
torna all'inizio del contenuto