Naviga




4. La Sala Verde

Accanto allo studio del Ministro si trova la sala di ricevimento detta Sala Verde, il cui apparato pittorico è opera di Giuseppe Cellini, già decoratore di Palazzo Sciarra. Le opere del ciclo, che fanno riferimento all'epoca del manierismo e del barocco romano, sono: "Magna parens", raffigurante l'Italia feconda tra il guerriero e la spigolatrice; "Allegoria dell'Agricoltura"; "L'imprenditore dà la mano all'agricoltore", "La scienza e l'Industria" (a sinistra); "Allegoria del Commercio marittimo", "Allegoria dell'Industria all'insegna dell'elettricità e della velocità". Quattro tele minori richiamano le stagioni e i principali frutti: grano, uva, pomi, olive.
Anche lo studio del Ministro conserva opere di notevole pregio: un soffitto ornato con nastri e ghirlande floreali, i dipinti "Cerere sul carro" di Umberto Vico e "La vanga e il latte" di Teofilo Patini, pittore abruzzese i cui temi sociali si pongono nel solco della pittura italiana verista.

Accanto allo studio del Ministro si trova la sala di ricevimento detta Sala Verde, il cui apparato pittorico è opera di Giuseppe Cellini, già decoratore di Palazzo Sciarra. Le opere del ciclo, che fanno riferimento all'epoca del manierismo e del barocco romano, sono: "Magna parens", raffigurante l'Italia feconda tra il guerriero e la spigolatrice; "Allegoria dell'Agricoltura"; "L'imprenditore dà la mano all'agricoltore", "La scienza e l'Industria" (a sinistra); "Allegoria del Commercio marittimo", "Allegoria dell'Industria all'insegna dell'elettricità e della velocità". Quattro tele minori richiamano le stagioni e i principali frutti: grano, uva, pomi, olive. Anche lo studio del Ministro conserva opere di notevole pregio: un soffitto ornato con nastri e ghirlande floreali, i dipinti "Cerere sul carro" di Umberto Vico e "La vanga e il latte" di Teofilo Patini, pittore abruzzese i cui temi sociali si pongono nel solco della pittura italiana verista. Accanto allo studio del Ministro si trova la sala di ricevimento detta Sala Verde, il cui apparato pittorico è opera di Giuseppe Cellini, già decoratore di Palazzo Sciarra. Le opere del ciclo, che fanno riferimento all'epoca del manierismo e del barocco romano, sono: "Magna parens", raffigurante l'Italia feconda tra il guerriero e la spigolatrice; "Allegoria dell'Agricoltura"; "L'imprenditore dà la mano all'agricoltore", "La scienza e l'Industria" (a sinistra); "Allegoria del Commercio marittimo", "Allegoria dell'Industria all'insegna dell'elettricità e della velocità". Quattro tele minori richiamano le stagioni e i principali frutti: grano, uva, pomi, olive. Anche lo studio del Ministro conserva opere di notevole pregio: un soffitto ornato con nastri e ghirlande floreali, i dipinti "Cerere sul carro" di Umberto Vico e "La vanga e il latte" di Teofilo Patini, pittore abruzzese i cui temi sociali si pongono nel solco della pittura italiana verista.
torna all'inizio del contenuto