Naviga




1. Il Palazzo

Dopo la primitiva collocazione al Palazzo della Stamperia al Tritone, nel 1896 viene costruita una nuova sede presso Largo S. Susanna, su un'area demaniale dell'ex Convento di S. Maria della Vittoria. Nel 1905 un bando di concorso assegna l'incarico della realizzazione del Palazzo dell'Agricoltura all'ingegner Canonica, il quale unifica l'altezza dei tre ordini rustico, ionico, composito. Egli colloca verso via XX Settembre gli ambienti di rappresentanza. A ogni piano del prospetto corrispondono due piani destinati agli uffici. Il progetto annulla l'arretramento di cinque metri e arretra le due ali laterali, staccandole da Santa Maria della Vittoria e da Palazzo Molinari con due piccoli giardinetti sul fronte.

Dopo la primitiva collocazione al Palazzo della Stamperia al Tritone, nel 1896 viene costruita una nuova sede presso Largo S. Susanna, su un'area demaniale dell'ex Convento di S. Maria della Vittoria. Nel 1905 un bando di concorso assegna l'incarico della realizzazione del Palazzo dell'Agricoltura all'ingegner Canonica, il quale unifica l'altezza dei tre ordini rustico, ionico, composito. Egli colloca verso via XX Settembre gli ambienti di rappresentanza. A ogni piano del prospetto corrispondono due piani destinati agli uffici. Il progetto annulla l'arretramento di cinque metri e arretra le due ali laterali, staccandole da Santa Maria della Vittoria e da Palazzo Molinari con due piccoli giardinetti sul fronte. Dopo la primitiva collocazione al Palazzo della Stamperia al Tritone, nel 1896 viene costruita una nuova sede presso Largo S. Susanna, su un'area demaniale dell'ex Convento di S. Maria della Vittoria. Nel 1905 un bando di concorso assegna l'incarico della realizzazione del Palazzo dell'Agricoltura all'ingegner Canonica, il quale unifica l'altezza dei tre ordini rustico, ionico, composito. Egli colloca verso via XX Settembre gli ambienti di rappresentanza. A ogni piano del prospetto corrispondono due piani destinati agli uffici. Il progetto annulla l'arretramento di cinque metri e arretra le due ali laterali, staccandole da Santa Maria della Vittoria e da Palazzo Molinari con due piccoli giardinetti sul fronte.
torna all'inizio del contenuto