1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Colonna di destra
Menu principale di navigazione

Menu principale di navigazione

  1. Ministero
  2. Notizie
  3. Politiche europee
  4. Politiche nazionali
  5. Controlli
  6. Prodotti DOP e IGP
  7. Ricerca
  8. OpenData
Contenuto della pagina
Foto natale sicuro

'Natale sicuro', De Girolamo: fondamentale attività dei Nac in difesa di consumatori e Made in Italy(12/12/2013)

"Dare ai consumatori informazioni chiare e immediate per orientarsi negli acquisti è fondamentale, soprattutto nel periodo delle feste natalizie. Una corretta comunicazione contribuisce in modo determinante a fare una spesa consapevole e intelligente. Voglio ringraziare il Nucleo Antifrodi Carabinieri - NAC per questa iniziativa e per tutto il lavoro che ogni giorno le donne e gli uomini del Comando svolgono sull'intero territorio nazionale. La loro attività di vigilanza e contrasto delle frodi rappresenta un contributo essenziale per la difesa dei consumatori, dei produttori onesti e di tutto il Made in Italy agroalimentare".

Così il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Nunzia De Girolamo, sul decalogo 'Natale sicuro di qualità e senza spreco', elaborato dai Nac insieme al Movimento Difesa del Cittadino, per offrire ai cittadini indicazioni utili per fare acquisti sicuri e limitare gli sprechi alimentari in vista delle festività. 

"Grazie all'impegno dei NAC abbiamo ottenuto risultati importanti contro gli illeciti - ha proseguito il Ministro - che colpiscono il comparto agroalimentare italiano, con ripercussioni negative sia dal punto di vista economico che di immagine. In particolare, voglio sottolineare il ruolo centrale dei NAC contro le frodi relative ai contributi comunitari a sostegno degli imprenditori agricoli, che rappresentano risorse importanti per il nostro Paese".

Dall'inizio dell'anno, il Nucleo dei Carabinieri delle Politiche agricole e alimentari ha svolto controlli su quasi 1.200 aziende, effettuando sequestri di beni e valori sottratti al circuito illegale per un valore complessivo di quasi 7 milioni di euro e accertando finanziamenti illeciti per circa 30 milioni di euro.

Ufficio Stampa