1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Colonna di destra
Menu principale di navigazione

Menu principale di navigazione

  1. Ministero
  2. Notizie
  3. Politiche europee
  4. Politiche nazionali
  5. Controlli
  6. Prodotti DOP e IGP
  7. Ricerca
  8. OpenData
Menu sezione

Contenuto della pagina

Parlamento europeo

Dal 1° dicembre 2009 - con l'entrata in vigore del Trattato di Lisbona - il Parlamento europeo (PE) condivide a tutti gli effetti il ruolo di co-legislatore con il Consiglio anche in materia agricola.

I principali atti comunitari in materia, per poter entrare in vigore, devono cioè essere approvati congiuntamente da PE e Consiglio che agiscono, quasi in una sorta di bicameralismo, in rappresentanza rispettivamente dei cittadini europei e degli Stati membri.

ContinuaLeggi tutto il testo di «Presentazione»
 

I lavori al Parlamento europeo

(I resoconti delle riunioni parlamentari sono redatti e pubblicati in ottemperanza all'impegno, assunto dal Governo innanzi al Parlamento italiano nella Relazione programmatica 2011 sulla partecipazione dell'Italia all'Unione europea, attraverso il quale l'Esecutivo intende "favorire una più ampia divulgazione dell'attività svolta dalle Istituzioni dell'Unione in ambito agricolo attraverso l'utilizzo di Internet". Essi non esprimono in alcun modo la posizione del Governo italiano sulle questioni trattate dal Parlamento europeo).

ASSEMBLEA PLENARIA

 


Il Parlamento europeo si è riunito in seduta plenaria nei giorni 16 - 19 gennaio 2017.
In tale circostanza si è proceduto alla ridefinizione di metà legislatura e relative elezioni delle cariche istituzionali del Parlamento stesso a partire dal Presidente, fino alle composizioni numeriche delle varie commissioni permanenti. Come noto, è stato eletto a scrutinio segreto alla Presidenza l'On. Antonio TAJANI (PPE) e di seguito i Vicepresidenti (in numero di quattordici) e di cinque Questori, tenendo conto di un'equa rappresentanza degli Stati membri e degli orientamenti politici.

 
Per quanto riguarda la Commissione agricoltura e sviluppo rurale (COMAGRI), nella successiva riunione del 25 gennaio 2017, si sono svolte le elezioni del Presidente e dei quattro Vicepresidenti della Commissione stessa, che non hanno comportato alcuna modifica rispetto alla precedente composizione ( confermato quindi come presidente l'On. Adam SIEKIERSKI - PPE), con l'eccezione del subentro, quale Vicepresidente, dell'On. Paolo DE CASTRO (S&D) al posto dell'On. Eric ANDRIEU, appartenente alla stessa formazione politica, che ha assunto a sua volta l'incarico di coordinatore all'interno del suo gruppo.
Per il resto la compagine degli europarlamentari italiani presenti nella COMAGRI è rimasta la stessa; pertanto gli attuali componenti titolari sono i seguenti: 
 
-  DORFMANN Herbert (PPE);
-  CAPUTO Nicola (S&D);
-  DE CASTRO Paolo (S&D);
-  MOI Giulia (EFDD);
-  ZULLO Marco (EFDD),

mentre come componenti supplenti risultano attualmente i deputati:
-  BIZZOTTO Mara (ENF);
-  BORGHEZIO Mario (ENF);
-  CIOCCA Angelo (ENF);
-  CIRIO Alberto (PPE);
-  CORRAO Ignazio (EFDD);
-  D'AMATO Rosa (EFDD);
-  GIUFFRIDA Michela (S&D);
-  PAOLUCCI Massimo (S&D).



 
Si informa che, nell'ambito della sessione plenaria del PE dell'11 - 14 settembre 2017 svoltasi nella sede di Strasburgo, sono stati approvati i seguenti testi di particolare interesse agricolo, che si allegano nella loro versione provvisoria:

- Risoluzione legislativa, ai sensi dell'art.99 paragrafi 1 e 4 e art.108 paragrafo 7 del regolamento del PE (procedura di approvazione di accordi internazionali), concernente l' "Accordo tra l'Unione europea e l'Islanda relativo alla protezione delle indicazioni geografiche dei prodotti agricoli e alimentari" (relatore On.le Borrelli) - competente nel merito commissione INTA (commercio internazionale);

- Risoluzione legislativa, sempre ai sensi dell'art.99 paragrafi 1 e 4 e art.108 paragrafo 7 del regolamento del PE, relativa all' "Accordo in forma di scambio di lettere fra l'Unione europea e l'Islanda relativo alla concessione di preferenze commerciali supplementari per i prodotti agricoli" (relatore On.le Borrelli) - competente nel merito commissione INTA;

- Risoluzione motivata, ai sensi dell'art.106 paragrafi 2 e 3 del regolamento del PE, riguardante l'eccesso di competenza del "progetto di decisione di esecuzione della Commissione che autorizza l'immissione in commercio di prodotti contenenti, costituiti od ottenuti a partire da soia geneticamente modificata DAS-68416-4" -competente nel merito commissione ENVI (ambiente, sanità pubblica e sicurezza alimentare): di fatto, con tale ulteriore pronuncia, che segue altre di uguale tenore, il PE conferma la sua posizione sulla problematica degli OGM e reitera la richiesta alla Commissione UE di ritirare il progetto di decisione di esecuzione;

- Risoluzione motivata, sempre ai sensi dell'art.106 paragrafi 2 e 3 del regolamento del PE, riguardante l'eccesso di competenza del "progetto di regolamento di esecuzione della Commissione recante modifica del regolamento di esecuzione UE 2016/6 della Commissione per quanto concerne gli alimenti per animali e i prodotti alimentari soggetti alle condizioni speciali per l'importazione di alimenti per animali e i prodotti alimentari originari del Giappone o da esso provenienti, a seguito dell'incidente alla centrale nucleare di Fukushima" - competente nel merito commissione ENVI: anche in questo il PE chiede alla Commissione UE di ritirare il suo progetto e di riformulare una sua proposta alla luce delle obiezioni formalizzate dal Parlamento stesso;

- Risoluzione legislativa, ai sensi dell'art.99 paragrafi 1 e 4 e art.108 paragrafo 7 del regolamento del PE, concernente l' "Accordo tra l'Unione europea e la Repubblica del Cile sul commercio di prodotti biologici" (relatore On.le Rodriguez-Pinero Fernandez) - competente nel merito commissione INTA; sull'argomento si provvede a trasmettere altresì il testo coordinato con il parere a suo tempo espresso dalla COMAGRI.

Si è svolta altresì , alla presenza del Ministro estone competente per la Presidenza di turno del Consiglio e del Commissario responsabile per la salute e sicurezza alimentare Andriukaitis un'articolata discussione sul tema di stringente attualità riguardante lo "Scandalo FIPRONIL: come migliorare il sistema di allarme rapido per gli alimenti e i mangimi": di fatto si è trattato di un aggiornamento di quanto già illustrato dalla DG SANTE nel corso della COMAGRI del 30-31 agosto u.s., oggetto di  precedente resoconto cui si rimanda per i contenuti. In particolare, si è fatto riferimento al Consiglio informale dei ministri svoltosi in data 5 settembre a Tallinn, nell'ambito del quale si è discusso sui provvedimenti posti in essere dalla Commissione UE per fronteggiare tale scandalo e sulla necessità di migliorare il sistema di allarme rapido per gli alimenti e mangimi (RASFF). Al riguardo il Commissario, riepilogando in rapida successione i fatti avvenuti , ha rivendicato la puntualità delle misure urgenti approntate dai servizi europei, sottolineando da una parte il rischio molto basso per la salute umana e dall'altra rimarcando la natura fraudolenta e criminale delle fattispecie riscontrate ma tutto sommato piuttosto localizzate, per lo meno sulla base delle conoscenze attuali, anche se con pesanti ricadute sulla opinione pubblica e con ingente danno d'immagine per il comparto avicolo; ha ricordato ancora l'avvenuto scambio tempestivo di informazioni fra UE e Stati membri e con i Paesi terzi interessati alle esportazioni dei prodotti contaminati, frutto anche dell'azione coordinata con gli altri commissari competenti (fra cui Hogan). Nell'immediato, il Commissario ha informato che per il 13 e 14 settembre sono in programma apposite riunioni dei servizi veterinari dell'UE; successivamente, come anticipato nella citata COMAGRI, per il 26 settembre è stata indetta una riunione in cui Andriukaitis farà il punto sulla gestione dell'emergenza,   riunione in un certo senso propedeutica al Consiglio dei ministri  fissato per il  9 e 10 ottobre p.v., in cui saranno presentati i risultati dell'attività posta in essere dalla Commissione, in particolare per quanto concerne i ritiri delle partite di uova interessate e le misure volte ad escludere l'utilizzo dei prodotti contaminati; si varerà quindi un articolato piano di missioni esplorative negli Stati coinvolti nello scandalo FIPRONIL. In sede di discussione, alle numerose critiche sollevate dagli euro parlamentari soprattutto sulle lacune manifestate dal  RASFF, il Commissario ha replicato osservando che tale sistema sussiste dal 1979 e che, quando applicato correttamente  anche dagli Stati membri con notifiche puntuali, ha dato prova di essere efficace, ovviamente supportato anche da un parallelo sistema di mutua assistenza fra SM con scambi tempestivi  di informazioni; tuttavia ha riconosciuto come tale sistema possa  essere certamente migliorabile, anche attraverso un  perfezionamento delle piattaforme informative, sia a livello centrale che periferico, in sinergia con le nuove normative concernenti la lotta alle frodi e pratiche sleali nella filiera alimentare e relativi controlli, oltre che con gli aumentati parametri riguardanti la tracciabilità degli alimenti. Naturalmente rimane sul tappeto il problema di cercare di fronteggiare la proliferazione negli allevamenti di pollame dell'acaro rosso, evitando l'utilizzo di sostanze tossiche, anche equivalenti al FIPRONIL (si è fatto esplicito riferimento all'AMITRAZ), con conseguente ed urgente necessità di ricercare nuovi preparati innocui per la salute umana volti a combattere tale parassita.








Aggiornato al 15 settembre  2017


COMMISSIONE AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE - COMAGRI

 


Si informa che la COMAGRI del PE tornerà a riunirsi il giorno 25 settembre 2017, presso la sede del Parlamento europeo di Bruxelles, per discutere sugli argomenti posti all'ordine del giorno, dal quale è possibile accedere ai documenti di riunione.

Al riguardo, si segnalano in particolare i seguenti argomenti:

- N.4: audizione pubblica, come da programma specifico allegato, sul tema "Un'analisi comparativa delle politiche agricole  globali. Lezioni per l'Europa";

- N.5: presentazione a cura delle delegazioni ungherese e tedesca al Consiglio "Agricoltura e pesca" sulla dichiarazione sulla soia a livello europeo;

- N.6: presentazione della "Relazione annuale di attività del 2016 - performancedella PAC" a cura di Jerzy Bogdan Plewa, direttore generale della DG AGRI;

- N.7: presentazione a cura dei relatori sullo stato di avanzamento dei negoziati del trilogoin corso sulle "Regole finanziarie applicabili al bilancio generale dell'Unione" (cosiddetta proposta Omnibus -parte agricola) (relatori On.li  Gräßle e Ashworth) - competenti nel merito commissioni BUDG (bilanci) e CONT (controllo dei bilanci).










 Aggiornato al 19 settembre 2017


Una sintesi dei resoconti delle precedenti riunioni  della sessione plenaria del PE e della COMAGRI è scaricabile dalla sezione 'Attività del Parlamento europeo', accessibile dal menu in alto a sinistra.