Naviga

Comunicati stampa

Il Question Time del Ministro Patuanelli alla Camera sulla Brucellosi

(15.12.2021)

Alla Camera dei Deputati il Ministro Stefano Patuanelli  intervenuto all'interrogazione a risposta immediata dell'On. Sarro sul tema della Brucellosi.

Di seguito il testo del suo intervento : 

"Signor Presidente,

Onorevoli deputati, premetto che la problematica rappresentata dall'interrogante, avente ad oggetto le malattie veterinarie, di stretta competenza del Ministero della Salute e, pertanto, risponder riportando gli elementi che mi sono stati forniti da quell'Amministrazione. Il Piano di eradicazione della brucellosi bufalina in attuazione gi da qualche decennio sul territorio nazionale. Ad esso si aggiunge il Piano straordinario per il controllo delle malattie infettive della bufala mediterranea italiana, relativo alla brucellosi bufalina e alla tubercolosi bufalina, approvato con delibera della Giunta Regionale della Campania, n. 207, del 20 maggio 2019, contenente misure di lotta ed eradicazione sul territorio regionale di malattie infettive e diffusive trasmissibili anche all'uomo.

Tuttavia, nonostante l'adozione di misure straordinarie di polizia veterinaria per fronteggiare efficacemente le due malattie infettive sul territorio, a differenza di quanto riscontrato positivamente in altre Regioni la prevalenza della brucellosi e della tubercolosi registrate nell'anno 2020 nella popolazione bufalina della Regione Campania risultata in forte aumento, soprattutto nelle provincie di Caserta e Salerno (11,47% brucellosi, 13,69% tubercolosi nella sola provincia di Caserta). I risultati del programma di eradicazione attestano un peggioramento della curva epidemica; questa recrudescenza dovuta anche alla scarsa collaborazione di una parte degli allevatori della Provincia di Caserta nel raggiungimento dell'obiettivo del programma di profilassi di Stato. La resistenza agli abbattimenti da parte dei proprietari dei capi positivi e la mancata attuazione delle prescrizioni di biosicurezza hanno peraltro generato numerosi contenziosi con le Autorit sanitarie, determinando l'allungamento dei termini di risoluzione dei focolai e la persistenza di capi infetti nell'area.

Per favorire il dialogo e la collaborazione di tutte le parti coinvolte, il 22 luglio 2021 il Ministero della Salute, in collaborazione con il Ministero da me presieduto e con la Regione Campania, ha convocato un apposito tavolo tecnico cui sono stati invitati l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno, la A.S.L. di Caserta, i Centri Nazionali di Riferimento per la brucellosi e per la Tubercolosi e le Associazioni di categoria maggiormente rappresentative nella Provincia di Caserta. In quella sede sono state esposte le criticit che hanno determinato il persistere delle infezioni sul territorio e sono stati individuati alcuni elementi utili per l'elaborazione da parte della Regione Campania di un apposito piano d'azione condiviso dalle parti. Una seconda riunione stata poi convocata dal Ministero della Salute il 27 ottobre 2021 presso la Regione Campania, per discutere della bozza di piano elaborata dagli uffici regionali, alla presenza di tutti i soggetti interessati.

All'esito dell'incontro, il Ministero della Salute ha fornito alla Regione Campania ulteriori indicazioni per l'elaborazione di un piano specifico per la Provincia di Caserta ed, in particolare, ha richiesto la previsione di un dettagliato piano operativo dei controlli da parte della A.S.L. di Caserta presso le aziende zootecniche, per assicurare il pieno coinvolgimento di tutte le parti interessate. Il Ministero della Salute ha inviato le controdeduzioni al piano elaborato dalla Regione Campania ed stata convocata una nuova riunione il 22 dicembre al fine di giungere ad un piano operativo condiviso, da attuare a partire dal mese di gennaio 2022."

torna all'inizio del contenuto