Naviga

Accordi di tutela dei prodotti agroalimentari nei canali di e-commerce

Accordi di tutela dei prodotti agroalimentari nei canali di e-commerce

La tutela della qualit dei prodotti italiani uno degli obiettivi del Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali che premette di garantire alimenti sicuri e una sana alimentazione ai consumatori e una leale competizione sui mercati alle aziende.

Diversi strumenti sono a disposizione del Ministero, destinati a correggere e reprimere pratiche scorrette sia nella fase di produzione che di distribuzione di prodotti agroalimentari. Strumenti che possono essere di natura legislativa, sia frutto di accordi tra operatori delle filiere e tra essi e le Istituzioni. Infatti, accanto alle norme che regolano le attivit produttive rurali, l'allevamento, la pesca e la silvicultura, esistono una serie di disciplinari volontari che regolano le caratteristiche qualitative dei prodotti a denominazione garantita e a qualit certificata, nonch accordi con i distributori che tutelano il made in Italy e le eccellenze del nostro Paese.

La crescente importanza dei canali di vendita online impone, infatti, la tutela dei consumatori anche sui siti di commercio elettronico. Per la repressione di pratiche sleali e della contraffazione legate al cosiddetto italian sounding assumono una rilevanza strategica, dunque, anche quegli accordi che permettono all'Ispettorato Centrale per la Qualit e la Repressione Frodi (ICQRF) del Mipaaf di agire di comune accordo con i players internazionali, come Ebay, Alibaba e Amazon, per eliminare dal mercato prodotti falsi, come le IGP non legate alle tante realt locali italiane e che violano o evocano indicazioni geografiche tutelate, con indicazioni in etichetta scorrette o vere e proprie frodi per i consumatori, che provocano danni ingenti alle produzioni nazionali nei mercati esteri.

Accordi di questo tipo con i grandi Gruppi internazionali sono ancora pi basilari in questa fase che vede il nostro made in Italy battere record in termini di qualit riconosciuta, saldi commerciali, volumi di mercato, testimoniando sia la grande rilevanza dell'export nella creazione di valore aggiunto complessivo delle nostre imprese che l'importanza del commercio estero per il Pil italiano.


 
torna all'inizio del contenuto