Naviga

Comunicati stampa

ICQRF e GDF sequestrano alcol denaturato usato per produrre vini e liquori

(21.07.2021)

Gli Ispettori dell'Ispettorato centrale della tutela della qualitÓ e della repressione frodi dei prodotti agroalimentari del Mipaaf (ICQRF) e la Guardia di Finanza di Napoli hanno provveduto ieri ad effettuare perquisizioni e sequestri di prodotti alcolici nell'ambito dell'operazione Bad Drink.

Coordinate dalla Procura di Napoli Nord, le attivitÓ hanno avuto origine da una articolata indagine investigativa dell'ICQRF che ha permesso di individuare ingenti quantitÓ di alcol denaturato, igienizzanti e disinfettanti utilizzati per la produzione di bevande alcoliche.

Sono stati quindi sequestrati 2.800 litri di alcol, 9.000 bottiglie di liquori e una grande quantitÓ di confezioni di champagne e vini, commercializzati anche con marchi molto conosciuti dai consumatori. Le analisi effettuate nei laboratori dell'ICQRF hanno portato a verificare la presenza nei prodotti sequestrati di alcol denaturato, utilizzato normalmente nelle attivitÓ industriali e per la sanificazione. 

Le perquisizioni hanno consentito di ricostruire in maniera dettagliata le attivitÓ realizzate in un contesto molto organizzato e strutturato in maniera "industriale", tanto da risultare operativo anche nel settore della contraffazione di sigilli di stato e di generi alimentari di prima necessitÓ. Infatti, oltre al sequestro di 900 bottiglie di olio extra vergine di oliva sono state perquisite tipografie e depositi commerciali in cui sono stati rinvenuti e sequestrati 300.000 contrassegni di stato contraffatti, oltre a numerosi clichŔ per la stampa di false etichette che sarebbero state apposte ai prodotti di provenienza illecita.

Il sequestro dei proventi della commercializzazione unita alla repressione della contraffazione di prodotti a denominazione garantita ad opera dell'ICQRF, in collaborazione con la Guardia di Finanza, permette di tutelare, da un lato, le aziende che operano in maniera legale e corretta sul mercato e, dall'altra, i consumatori. Il Ministero infatti concorre a garantire qualitÓ, sicurezza e salubritÓ dei prodotti agroalimentari italiani, eccellenza riconosciuta in Italia e all'estero.

torna all'inizio del contenuto