Naviga

Comunicati stampa




Al via da domani il fondo ristorazione con il sito
www.portaleristorazione.it per la presentazione delle domande
Bellanova: "Segnale concreto alle aziende, agli uomini e alle donne che ci lavorano, all'intera filiera. Sosteniamo i prodotti italiani, l'agroalimentare, contrastiamo lo spreco".

(14.11.2020)

Via libera alla presentazione delle domande per ottenere il fondo ristorazione. Da domani e fino al 28 novembre ristoranti, agriturismi, mense, catering, alberghi, potranno richiedere il contributo a fondo perduto, fino a un massimo di 10mila euro, per l'acquisto di prodotti delle filiere agricole e alimentari, anche DOP e IGP, inclusi quelli vitivinicoli, valorizzando cos la materia prima dei territori.

A disposizione del fondo 600 milioni di euro.

"In questo difficile momento per il mondo della ristorazione, diamo un segnale concreto alle aziende, alle donne e agli uomini che ci lavorano quotidianamente e a tutta la filiera agroalimentare. Garantiamo liquidit immediata e rafforziamo la straordinaria alleanza tra mondo della ristorazione e della produzione", sottolinea la Ministra Bellanova. "E' una misura che ho fortemente voluto per sostenere la ristorazione, la filiera agroalimentare, rilanciare gli acquisti di prodotti agroalimentari di qualit e di origine italiana, compreso il vino, impedire lo spreco alimentare per puntare al recupero virtuoso delle eccedenze. L'agroalimentare la nostra forza. La ristorazione parte integrante della filiera agroalimentare. Lavoriamo per sostenerli. Investiamo sul cibo. Portiamo in tavola il futuro".

Il meccanismo per presentare la domanda semplice ed efficace. Da domenica 15 novembre a sabato 28 novembre sar sufficiente collegarsi al sito www.portaleristorazione.it o andare in un ufficio postale e presentare le fatture degli acquisti effettuati da agosto in poi di prodotti agroalimentari italiani e vitivinicoli.
Dopo un primo controllo sar versato in automatico un anticipo del 90 per cento degli acquisti effettuati. Verificata la documentazione, saranno emessi i bonifici a saldo del contributo concesso.


Ufficio Stampa



 
torna all'inizio del contenuto