Naviga

Comunicati stampa

Recovery Fund, Bellanova: "Occasione offerta non pu˛ essere sprecata. L'agricoltura, attraverso i Programmi regionali di sviluppo rurale, farÓ sicuramente la sua parte".



(30.09.2020)


"Migliorare la competitivitÓ del settore agroalimentare, attraverso progetti che includono i contratti di filiera del settore agricolo e della pesca, volti al potenziamento delle relazioni verticali in filiere strategiche; creare e al rafforzare le infrastrutture logistiche per favorire lo sviluppo del potenziale esportativo delle piccole e medie imprese agroalimentari italiane e della pesca; rigenerare i sistemi produttivi, a partire da quelli che possono permettere all'Italia di riconquistare una posizione leader a livello mondiale facendo leva sullo straordinario patrimonio di biodiversitÓ che caratterizza il nostro Paese". 

Cosi la ministra Teresa Bellanova, illustrando in sintesi le proposte progettuali dei macro-obiettivi in cui Ŕ declinata la visione strategica che guiderÓ la Rigenerazione del sistema agricolo e alimentare nel nostro paese nel corso dell'audizione  sull'individuazione delle prioritÓ nell'utilizzo del Recovery Fund in Commissione Agricoltura al Senato. 

Una complessa visione strategica che passa anche attraverso l'incremento di energia prodotta da fonti rinnovabili, la riduzione delle emissioni e il miglioramento della sostenibilitÓ dei processi produttivi. 

Il progetto sul biometano include la riconversione di impianti di biogas, la realizzazione di nuovi impianti per la produzione di biometano e la sostituzione di mezzi meccanici obsoleti a bassa efficienza, con mezzi alimentati a biometano e la realizzazione di un Parco AgriSolare.

"Il progetto sul biometano include la riconversione di impianti di biogas, la realizzazione di nuovi impianti per la produzione di biometano e la sostituzione di mezzi meccanici obsoleti a bassa efficienza, con mezzi alimentati a biometano. Gli interventi sul biometano non incidono solo sulla quota di energia prodotta da fonti rinnovabili", ha spiegato la Ministra, "ma affrontano, in modo strutturale, anche la questione nitrati, particolarmente delicata in alcune aree del Paese, incidendo positivamente sull'intero bilancio dei nutrienti azotati apportati per unitÓ di superficie".

E infine il miglioramento della capacitÓ di adattamento ai cambiamenti climatici e alla prevenzione del dissesto idrogeologico.

"In questo ambito, una proposta progettuale si basa sull'esperienza maturata con l'attuazione del primo Piano Invasi, coordinato dal MIT, con l'obiettivo di realizzare il Piano di azione nazionale per aumentare la resilienza dell'agroecosistema irriguo, integrare gli investimenti in corso e in programmazione ad opera di altri Ministeri sulle grandi reti di accumulo e distribuzione delle acque, con interventi di manutenzione sul reticolo minore di scolo e di efficientemento della gestione irrigua. Abbiamo giÓ incontrato le Regioni e le AutoritÓ di Distretto con l'obiettivo di censire il parco progetti su cui concentrare l'attenzione", ha continuato la Ministra Bellanova.

E ancora "la gestione forestale sostenibile, volta a sviluppare una filiera foresta-legno-energia attraverso l'incentivazione dell'utilizzo a cascata della materia prima "legno nazionale", con la creazione di reti di impresa forestali (che notoriamente non sono finanziabili con la PAC), a fianco dell'attivitÓ di rimboschimento e miglioramento dei boschi esistenti". 

A questi tre macro-obiettivi se ne aggiunge un quarto rivolto al rafforzamento della resilienza e vitalitÓ dei territori rurali, a fronte del quale va letto il lavoro fatto con altri Ministeri sui borghi rurali e sulla banda larga in tutte le aree, comprese quelle a fallimento di mercato.

"L'occasione offerta dal Recovery non pu˛ essere sprecata. Quando si parla di sanitÓ, educazione, trasporti, comunicazioni e servizi, dobbiamo pensare che la parte del Paese oggi pi¨ fragile pu˛ e deve poter offrire nuove opportunitÓ di vita e di lavoro ai cittadini", ha concluso la Ministra.




Ufficio Stampa 


 
torna all'inizio del contenuto