Naviga

Bollettino di : venerd 21 dicembre 2018

Aggiornamento dal luned al venerd a cura della redazione CREA-Agricoltura e Ambiente: Stanislao Esposito (responsabile), Luigi Iafrate, Chiara Epifani e Eleonora Gerardi.

SullItalia si va consolidando un campo di alta pressione che, nel complesso, per i prossimi giorni garantira condizioni del tempo sostanzialmente stabili, anche se associate a nuvolosita piu o meno irregolare e locali fenomeni seppure di modesta entita sulle regioni tirreniche. Le temperature diurne sono previste in rialzo e tale situazione favorira la formazione di nebbie e foschie, specie nelle aree di pianura settentrionali e nelle zone interne del Centro.

Venerdi' 21 dicembre 2018

Pioggia cumulata dalle ore 18 alle 24

Per le prossime ore serali e notturne si avranno ancora condizioni di stabilita atmosferica su tutto il territorio nazionale e pertanto non sono attese precipitazioni su quasi tutto il territorio nazionale, tranne locali fenomeni, mediamente di 5 - 10 mm, sulla Valle d'Aosta e dellordine di 1 - 5 mm sull'Appennino settentrionale.

mappa

Sabato 22 dicembre 2018

Pioggia cumulata dalle ore 00 alle 24

I cereali seminati nello scorso mese di novembre proseguono il loro ciclo colturale e, nelle diverse aree agricole settentrionali, si trovano generalmente nella fase fenologica di foglie distese. In questo stadio la pianta risulta abbastanza resistente alle basse temperature invernali e permette sia all'orzo che al frumento di sopportare per alcune ore anche temperature intorno a -10 gradi. Le attuali condizioni del tempo caratterizzate da stabilita atmosferica e in presenza di un discreto contenuto di umidita dei suoli favoriscono la formazione di nebbie e foschie, specie nelle pianure settentrionali. Per sabato si prevedono ancora precipitazioni, mediamente di 5 - 10 mm, sull'Appennino settentrionale e una certa variabilita' sulle regioni tirrenico con associati deboli fenomeni, non superiori a 5 mm.

mappa

Domenica 23 dicembre 2018

Pioggia cumulata dalle ore 00 alle 24

La giornata di domenica sara caratterizzata da condizioni atmosferiche generalmente stabili, con cielo perlopiu' sereno o poco nuvoloso su gran parte delle regioni, salvo isolati annuvolamenti accompagnati da deboli fenomeni, principalmente localizzati sulle coste romagnole, sul Levante ligure, zone interne della Sardegna e lungo il versante tirrenico meridionale.

mappa

Sabato 22 dicembre 2018

Temperatura delle ore 03

Le temperature minime di questa notte saranno mediamente comprese tra 0 e 5 C, nelle aree di pianura settentrionali, nelle zone interne peninsulari, nei versanti costieri adriatici, nelle zone interne della Puglia, della Basilicata e della Sicilia. Lungo la fascia prealpina e alpina i valori notturni saranno mediamente compresi tra -5 e zero gradi, mentre nelle rimanenti aree le temperature oscilleranno tra 5 e 10 gradi C, con punte piu' elevate lungo le coste calabresi e delle due isole maggiori.

mappa

Sabato 22 dicembre 2018

Temperatura delle ore 12

In questo periodo, nel quale l'attivita' vegetativa delle colture si e' progressivamente ridotta, l'andamento termico assume una particolare importanza per l'accumulo di ore di freddo. Questa caratteristica costituisce una necessita' fisiologica comune a molte specie di fruttiferi ed e' connessa alla fioritura primaverile e quindi alla loro capacita' produttiva nella prossima stagione. Gli attuali livelli termici si sono generalmente allineati ai valori medi stagionali. Per sabato si prevedono temperature massime generalmente oscillanti intorno a 5 C nelle regioni settentrionali e lungo le zone interne peninsulari, con punte piu' basse nelle aree piu' a ridosso dei rilievi. Valori compresi tra 10 e 15 gradi sono attesi nelle restati zone del territorio nazionale, mentre temperature negative si avranno nelle zone alpine.

mappa

Domenica 23 dicembre 2018

Temperatura delle ore 12

Per la giornata di domenica le temperature diurne tenderanno ulteriormente ad aumentare in tutto il territorio nazionale. I valori saranno mediamente compresi tra 5 e 10 C nelle regioni settentrionali e lungo la dorsale appenninica. Altrove i livelli termici saranno generalmente compresi tra 10 e 15 gradi, con punte piu' elevate nelle coste sarde e siciliane, mentre si manterranno ancora negativi sui rilievi alpini.

mappa

Dati di base Mipaaf, Servizi Agrometeorologici Regionali e UGM

torna all'inizio del contenuto