Naviga

Bollettino di : mercoled 13 dicembre 2017

Aggiornamento dal luned al venerd a cura della redazione CREA-AA: Stanislao Esposito (responsabile), Chiara Epifani e Carla Todisco.

Gli abbondanti rovesci e nubifragi, insieme all'abbassamento termico dei giorni passati, che hanno colpito gran parte del nord e del centro e in maniera particolarmente significativa l'Emilia Romagna hanno provocato gravi danni. Da oggi fino a venerd i fenomeni perturbati si attenueranno in attesa dell'arrivo di un nuovo sistema perturbato.

13 dicembre 2017

Pioggia cumulata dalle ore 18 alle 24

Durante le ore serali la situazione meteorologica tender a migliorare, i fenomeni piovosi si attenueranno fino a scomparire. Il cielo si manterra' irregolarmente nuvoloso su gran parte delle regioni con isolati piovaschi, sulla Calabria tirrenica, sulle zone alpine occidentali e sugli appennini tra la Liguria e la Toscana. Nebbie e foschie potranno verificarsi in pianura padana.

mappa

14 dicembre 2017

Pioggia cumulata dalle ore 00 alle 24

Gli ingenti fenomeni piovosi hanno provocato piene ed esondazioni di torrenti e corsi d'acqua Numerose aree agricole del nord e del centro sono allagate con produzioni agricole danneggiate, serre, stalle e aziende inondate o divelte dalle forti raffiche di vento. I terreni reagiscono a questi eventi in diversa maniera, infatti la capacit da parte dei suoli di mantenere una riserva di acqua utile per le colture dipende molto dalla composizione dei terreni, dallo loro struttura fisica e dalle maggiori e pi frequenti precipitazioni. Giovedi' nubi irregolari, accompagnate da precipitazioni sparse saranno presenti sui settori di confine nord orientali, sulla Toscana, sul Lazio, sull'Umbria e sulla Campania mentre sulle restanti regioni il cielo si manterra' poco nuvoloso con assenza di piogge significative.

mappa

15 dicembre 2017

Pioggia cumulata dalle ore 00 alle 24

La giornata di venerdi' sara' caratterizzata dall'arrivo di una nuova fase di maltempo che interesser prevalentemente le regioni tirreniche, la Sardegna, i settori alpini e il nord est con piogge abbondanti, neve sui rilievi alpini, precipitazioni e nubifragi particolarmente abbondanti su Lazio e Umbria. Sulle restanti regioni non si prevedono fenomeni piovosi particolarmente significativi.

mappa

14 dicembre 2017

Temperatura delle ore 03

Le temperature della notte saranno inferiori allo zero sulle zone pi settentrionali della Penisola e nelle aree interne del centro con valori che potranno scendere anche a -10C sui rilievi alpini mentre sul resto del nord, nelle zone interne della Penisola e delle isole maggiori saranno comprese tra 0 e 5C. Sulle restanti zone costiere e pianeggianti del centro, del sud e delle isole maggiori le temperature oscilleranno tra 5 e 10C.

mappa

14 dicembre 2017

Temperatura delle ore 12

Le caratteristiche dei terreni gia' elencate, insieme alla profondita' dello strato esplorabile dalle radici, determinano la capacita' di immagazzinare quantitativi variabili di acqua che costituira' la cosiddetta riserva idrica dei suoli nelle stagioni successive. In questo periodo, le riserve idriche dei suoli risentono fortemente degli apporti meteorici e in minor misura delle perdite dovute ai fenomeni evapotraspirativi delle piante che attualmente sono estremamente rallentati o in stato di quiescenza. Giovedi' le temperature diurne saranno comprese tra 0 e 5C su gran parte del nord, nelle zone interne del centro e del sud mentre su gran parte delle restanti zone della Penisola e nelle aree interne delle isole maggiori si manterranno tra 5 e 10C con valori che potranno raggiungere i 15C sul medio versante adriatico, in Puglia, sulle isole maggiori e sulle coste tirreniche centrali.

mappa

15 dicembre 2017

Temperatura delle ore 12

Le temperature diurne di venerdi' tenderanno ad aumentare e oscilleranno intorno ai 15C sul litorale adriatico, sul versante ionico, sull'estremita' della Calabria, sul versante tirrenico e su gran parte delle isole maggiori con valori che potranno raggiungere anche i 20C sulle estremita' e sulle coste meridionali della Sicilia. Sulle restanti zone del Paese le diurne non subiranno variazioni significative rispetto ai valori registrati il giorno precedente.

mappa

Dati di base Mipaaf, Servizi Agrometeorologici Regionali e UGM

torna all'inizio del contenuto