Naviga

Descrizione Ran

Architettura Informatica

La Rete Agrometeorologica Nazionale si presenta come una interconnessione di componenti costituita essenzialmente da 3 livelli di funzionalit:

I sistemi terminali costituiti dalle stazioni automatiche di misura ed acquisizione delle grandezze agrometeorologiche; il sistema dedicato all'interrogazione delle stazioni meteorologiche automatiche, e di acquisizione a livello periferico delle misure da esse registrate; il sistema dedicato al controllo di qualit delle misure meteorologiche acquisite, alla loro archiviazione sul DB Oracle, costituente la Banca dati Agrometeorologica Nazionale;

I sistemi terminali, le stazioni meteorologiche automatiche, sono costituiti da elaboratori di dimensioni ridotte con la doppia funzione di colloquiare con il sistema di acquisizione per trasmettere i dati acquisti, e di svolgere le funzioni autonome pre-programmate di calcolo e di archiviazione delle informazioni meteorologiche.

La stazione di acquisizione quindi un dispositivo, realizzato sempre con microprocessori, che da un lato interfaccia i sensori di misura interrogandoli ad intervalli di tempo stabiliti, e dall'altro collegata al sistema di acquisizione al quale invia i dati. La sua funzione fondamentale l'acquisizione delle misure effettuate dai sensori e l'immagazzinamento di tali informazioni su una memoria interna che ne permette una autonomia di funzionamento per 200 giorni circa.

Il sistema di interrogazione costituito da un Windows Server, mpareteran, dotato di software Meteonet dedicato, forniti entrambi dalla societ SIAP-MICROS, che svolge le attivit di manutenzione della Rete Agrometeorologica Nazionale. Il sistema mpareteran dedicato all'interrogazione delle stazioni meteo automatiche ed alla registrazione delle misure da esse rilevate su file ASCII formattati a lunghezza fissa. Il sistema dotato anche di DB Sqlserver locale, nel quale le misure vengono archiviate e conservate per almeno un anno. La tecnologia trasmissiva prevede che siano le stazioni, collegate al sistema tramite tecnologia GPRS, ad inviare il pacchetto dati al centro, a cadenza prestabilita, attualmente definita con periodicit oraria. Senza un grosso aggravio in termini di traffico dati, possibile aumentare la frequenza con cui i dati vengono aggiornati al centro, creando di fatto una rete in tempo reale. La logica di funzionamento della Rete prevede che il sistema di acquisizione dedicato mpareteran, mediante il SW Meteonet, riceva ogni ora i dati dalle stazioni automatiche ad esso collegate, li acquisisca , li memorizzi su locali archivi di transito, effettuando una prima validazione e li registri su file ASCII a lunghezza fissa e stabilita. Nello specifico la centralina automatica, specificando indirizzo IP e porta del server ove risiede un software Tunnel esegue una connessione TCP e si collega alla porta sinistra del Tunnel. Il centro per dialogare con la centralina si collega al lato destro. Al fine di mantenere stabile la connessione GPRS, la centralina invia ad intervalli regolari un messaggio di KeeAlive. Il gestore telefonico infatti in casi di inattivit provvede automaticamente a sconnettere il dispositivo remoto dalla rete GPRS. Si utilizza un server con IP statico ( windows) esterno alla rete aziendale su cui si installa il Tunnel ed una seconda macchina interna alla rete LAN ( il server windows mpareteran ) su cui si installa il Meteonet che si collega al server tramite Internet. Il collegamento a internet deve essere sempre attivo.

Il sistema dedicato al controllo qualit e archiviazione del dato meteorologico un server linux, seguito chiamato mpagrometeo2, collegato al db server, anch'esso un sistema linux, sul quale risiede il Database Oracle con le tabelle costituenti la Banca dati Agrometeorologica Nazionale.
La Rete Agrometeorologica Nazionale (da questo punto in poi indicata con l'acronimo RAN) costituita attualmente da 47 stazioni e da un centro di acquisizione ed elaborazione dati. Le stazioni sono dotate tutte di datalogger SIAP-MICROS modello DA9000.

Il sistema linux mpaagrometeo2 , utilizzando il protocollo FTP, si collega con cadenza oraria al sistema mpareteran , e attivando un file trasfer automatico , acquisice in locale i file ASCII contenenti le misure registrate da tutte le stazioni RAN , nell'intervallo orario precedente all'a cadenza oraria registrando l'ora in cui sono stati effettuati. Successivamente i dati vengono trasferiti al sistema linux, dove vengono controllati e validati e vengono archiviati definitivamente nella Banca Dati Agrometeorologica Nazionale.
torna all'inizio del contenuto