Naviga

Comunicati stampa

Alimenti. Lollobrigida: fare sistema per affrontare criticit Italia

(01.02.2024)

 

"Un virtuoso esempio di collaborazione pubblico-privato, che ricalca un modello che, con questo Governo stiamo applicando da tempo, cercando di fare sistema nell'affrontare le criticit della nostra Italia". Cos il ministro dell'Agricoltura e della Sovranit Alimentare, Francesco Lollobrigida, nel corso della firma del protocollo d'intesa "Aggiungi un posto a tavola che c' un bambino in pi", che si svolto questa mattina, presso il Salone degli Arazzi di Palazzo Piacentini, sede del Mimit. L'accordo stato siglato, oltre che dal ministro Lollobrigida, anche dal ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, quello del Turismo, Daniela Santanch, della Salute, Orazio Schillaci, e per le Pari Opportunit e Famiglia, Eugenia Maria Roccella, e dalle organizzazioni agricole e della ristorazione.

Il progetto istituzionale, partito oggi ed esteso fino al prossimo 30 giugno, ha un duplice obiettivo: favorire l'accesso delle famiglie alla ristorazione, in particolar modo quelle numerose, mediante il contenimento dei prezzi dei servizi in favore dei pi piccoli e valorizzare i settori della ristorazione italiana, quello della produzione agricola e del made in Italy, a vantaggio del turismo locale e della stagionalit dei prodotti. Le imprese aderenti si impegneranno sia a proporre formule per le famiglie per limitare i prezzi a tavola, con l'introduzione del men bambini o del men infrasettimanale a prezzi ridotti, sia a valorizzare i prodotti tipici e le produzioni di qualit con i piatti del territorio.

" un momento importante quello nel quale si confrontano le sigle rappresentative del mondo della ristorazione, sistema agricolo e distribuzione", aggiunge Lollobrigida.

"Un progetto fondamentale perch interviene sull'educazione alimentare, che avviene anche con l'incentivazione all'utilizzo di alimenti che fanno bene alla salute, attraverso una ristorazione che offre produzione e trasformazione di qualit a prezzi calmierati", conclude il ministro.

torna all'inizio del contenuto