Naviga

Comunicati stampa

Lollobrigida: valorizzare eccellenze DOP nella ristorazione, consumo e acquisto deve essere consapevole

(25.09.2023)

 


"Apriremo un tavolo insieme ai produttori di Formaggi DOP per valorizzare sugli scaffali i prodotti di eccellenza, senza particolari aggravi per la distribuzione, e dare la possibilit alle persone di sapere verso quali cibi indirizzarsi e scegliere in maniera pi oculata cosa acquistare". Cos il ministro dell'Agricoltura, della Sovranit alimentare e delle Foreste Francesco Lollobrigida, alla conferenza "Formaggi DOP - Promuovere e tutelare un comparto strategico del Made in Italy" organizzata dall'Associazione dei Formaggi Italiani Dop e Igp e Fipe per valorizzare i formaggi a denominazione nei ristoranti.

"Dobbiamo spiegare che cosa c' dietro questa eccellenza in termini di produzione e trasformazione ma allo stesso tempo difendere i nostri prodotti dall'aggressione di chi invece, sui mercati internazionali, utilizza il nome delle denominazioni senza che vengano realizzate con i nostri metodi e con la nostra capacit. Proprio per questo - ha aggiunto il ministro - abbiamo aumentato di 300 unit gli ispettori della tutela della qualit e della repressione frodi, per noi la difesa di questo valore aggiunto fondamentale. Dobbiamo provare a difendere e a promuovere tutte le azioni in quest'ottica, con un maggior supporto normativo anche inteso come semplificazione burocratica".

"In ogni Nazione estera dove andiamo, constatiamo un'espansione del mercato italiano, una capacit di affermarsi dei nostri prodotti sulla base della qualit, grazie anche al lavoro che stiamo facendo insieme alle associazioni di rappresentanza e alle nostre eccellenti aziende, che si sono affermate nel mondo. Non abbiamo paura n delle etichettature n di qualsiasi tipo di elemento che sia informativo, ma siamo fermamente contrari a ogni tipo di condizionamento. Dobbiamo rendere pi trasparente la riconoscibilit e la provenienza degli alimenti perch le persone hanno il diritto di sapere cosa acquistano e cosa mangiano", ha concluso il ministro.

torna all'inizio del contenuto